ARTICOLI

Euro2012

Italia-Spagna, un cappotto prevedibile

di Giovanni Marizza
| 03 Luglio 2012

Considerate tutte le contraddizioni della nazionale di calcio italiana, era inevitabile che finisse così. Come poteva finire altrimenti, con una squadra in cui il più serio si chiama Buffon, il più cattivo è Bonucci, il più vivace è Mortolivo, il più intelligente si chiama Pirlo, quello che salta di meno è Balza…retti, quello che gioca più a destra è De… Rossi, quello che entra in campo nel giorno più caldo dell’anno è Di …Natale, quello che è pagato di meno si chiama Diamanti, quello che non si smarca mai è Smarchisio, il meno liturgico è Abate e l’unico che non è stato fatto nero è Balotelli?

L'uovo di giornata

Se la Spagna ha vinto Euro 2012 è anche un po' merito nostro...

di Alma Pantaleo
| 02 Luglio 2012

Con quattro sonore sberle alla nazionale di Prandelli, la Spagna di Vicente del Bosque, già Campione d'Europa e del Mondo, ha fatto tripletta aggiudicandosi Euro 2012 e scrivendo la parola ‘fine’ al sogno azzurro. Una vittoria storica quella della nazionale ‘Roja’. Mai prima d'ora, infatti, nelle finali degli Europei era stato registrato un punteggio simile. Il Ct della nazionale italiana ha tentato di giustificare la sconfitta con lo scarso riposo concesso alla squadra,  ma la verità è che le Furie Rosse hanno dimostrato di essere superiori sin dai primi minuti del match andando a segno due volte nel primo tempo con Silva e Jordi Alba e bucando altre due volte la rete degli azzurri nella ripresa con Torres e Mata.