ARTICOLI

Il dibattito sui fatti alla Biblioteca di Bologna

Altro che tornelli! L'università è diventata il parcheggio della disoccupazione giovanile

di Daniela Coli
| 18 Febbraio 2017

Botta e risposta. Dopo la risposta di Renato Tamburrini alla professoressa Coli, il dibattito sui fatti di Bologna - gli scontri della settimana scorsa tra collettivi studenteschi e polizia dopo l'ordine del rettore di applicare i tornelli all'ingresso della biblioteca di Lettere - prosegue. E per Daniela Coli, il tema resta la irrisolta questione giovanile in Italia.

Perché gli studenti protestano a Bologna

I giovani senza lavoro, i tornelli e quei prof pompieri del renzismo

di Daniela Coli
| 12 Febbraio 2017

Grande consenso per il rettore di Bologna che ha chiamato Digos e polizia per una protesta degli studenti. Peccato che i docenti che oggi parlano di qualche manganellata e plaudono al nuovo corso, sono gli stessi che manifestavano in prima fila contro i governi di centrodestra, accusati di voler distruggere l'università.

Tutte le news

Verona, un pullman di studenti ungheresi si schianta e va a fuoco

di Annalisa Guidi
| 21 Gennaio 2017

Drammatico incidente sull'A4, vicino all'uscita di Verona Est. L'autobus su cui viaggiava una comitiva di ragazzi ungheresi in gita, si schianta contro un pilone e prende fuoco. Diversi corpi carbonizzati.

Tutte le news

G20, Renzi va in Cina a parlare di futuro, clima, investimenti ed export

di Marco De Palma
| 03 Settembre 2016

I grandi della terra si riuniscono per la prima volta nell'ex impero celeste, ecco tutti i temi caldi sul tavolo: Ttip, Brexit, Fisco, Clima. Obama all'ultima uscita internazionale di rilievo prima della fine del mandato cerca un'intesa di largo respiro con l'Asia e l'Europa.

Tutte le news

Leggere domani. Ecco perché le biblioteche serviranno anche in futuro

di Elena De Gergio
| 30 Giugno 2016

Il mondo delle biblioteche è destinato a cambiare nei prossimi anni. Le biblioteche tradizionali oggi occupano spazio, costano, spesso subiscono tagli pesanti dei governi nelle politiche di risanamento della spesa pubblica, e subiscono la concorrenza del digitale. 

Libertà di educazione - qualche suggerimento per l'uso

Manuale di sopravvivenza al tempo del gender / Settimo capitolo

di Assuntina Morresi
| 23 Agosto 2015

Per la libertà di educazione, è necessaria una presa in carico di responsabilità innanzitutto da parte delle famiglie, che devono chiedere nel dettaglio alle scuole in cui iscrivono i propri figli cosa è contenuto nei POF (Piano dell’Offerta Formativa), e devono essere bene attente alle attività extracurricolari.

Italia e Inghilterra a confronto

Sull'Università la politica dica la verità

di Bernardino Ferrero
| 09 Aprile 2015

Due giorni fa, sulle colonne del Sole 24 Ore, il presidente della Crui Stefano Paleari ha scritto che il confronto tra l’università italiana e quella inglese è “spietato”. Ecco perché e cosa può fare la politica.

Opinioni

Impariamo a scuola l'esercizio del potere

di Aldo Sarullo
| 02 Marzo 2015

Il mondo ruota attorno a due parole: Amore e Potere. Sono le due forze, le due chiavi, i due démoni che generano le azioni, le scelte.  Qui parliamo del secondo.  L’esercizio del potere si può imparare e potere sembra una parola facile, intuitiva. Non è proprio così.

La sfida educativa

Evitiamo la bolla del debito studentesco come negli Usa

di Michele Marsonet
| 27 Gennaio 2014

Nel nostro Paese l’eventuale default si deve al fatto che il governo non dispone più delle somme necessarie a finanziare una università pubblica di grandi dimensioni. Negli Stati Uniti una delle cause è da ricercare nell’eccessiva facilità con cui le banche hanno concesso i prestiti d’onore, presupponendo che il mercato del lavoro avrebbe continuato ad assorbire laureati all’infinito, mentre si è invece arrivati alla saturazione. Cause diverse, ma risultati abbastanza simili.

Idee/ 2

Italiano per stranieri, più concorrenza tra atenei e insegnamenti mirati

di Michele Marsonet
| 23 Gennaio 2014

I pochissimi atenei nazionali abilitati a impartire corsi d’italiano per stranieri lavorano in una situazione di “quasi” monopolio. Difficilissimo ottenere dal MIUR il permesso di condurre tali attività, e non si comprende davvero il motivo. Se una università che non fa parte di tale ristretta cerchia dimostra di possedere le competenze adatte e la volontà di investire risorse in questo campo, perché le si deve negare la possibilità di entrare nel mercato? Non solo...

Premiare i "capaci e meritevoli"

Rimettere l'università al centro dell'agenda

di Michele Marsonet
| 08 Gennaio 2014

La grande domanda che resta sullo sfondo è sempre la stessa. Che cosa s’intende fare dell’università italiana? Esistono programmi abbastanza precisi che ci consentano di progettare il futuro nell’arco, diciamo, dei prossimi 10 anni?

Diario della Summer School/ 1

L'Italia è un Paese per giovani forti della tradizione e pronti alla sfida del cambiamento

di Summer Girls
| 09 Settembre 2013

"Vogliamo un Paese per giovani", questo il titolo che è anche il filo conduttore della VIII edizione della Summer School di Fondazione Magna Carta, in scena a Frascati dall’8 al 12 settembre. Nella giornata di inaugurazione della scuola, noi studenti abbiamo avuto subito l'occasione per fare le presentazioni e conoscerci di persona, parlando dei motivi e degli obiettivi che ci hanno spinto a vivere questa esperienza.

Bussole

La rivoluzione sessuale ha reso i giovani infelici

di Carlo Bellieni
| 11 Luglio 2013

Non è tutto oro quel che riluce. E la vulgata corrente vorrebbe che maggior disinibizione sessuale significa maggior felicità, no? Invece è tutto il contrario: quelli che hanno più rapporti sporadici hanno minor senso di soddisfazione e maggior rischio di stress psicologico. Lo mostra uno studio appena uscito sulla rivista Journal of Sex Research (giugno 2013) che ha analizzato 4000 studenti universitari sull’impatto psicologico dei rapporti sessuali sporadici.

Bussole

Bambini contro “Ombrina Mare”, ma non è colpa loro

di Roberto Santoro
| 18 Giugno 2013

Guardate questo video, girato il 30 maggio scorso. Si vede un gruppo di piccoli alunni delle scuole di San Vito Chietino e Rocca San Giovanni, in Abruzzo, ribellarsi tra serio e faceto alla costruzione dell'impianto petrolifero Ombrina Mare che dovrebbe sorgere al largo delle coste adriatiche. I ragazzini spiegano di aver prodotto il video per "capire" la natura del progetto, declamano canzoncine No Oil, ripetono una lezione imparata per bene - basta sentire il tono di alcuni di loro - contro le trivellazioni . Fanno tenerezza ma quello che ci interessa sottolineare è un fatto grave per il loro percorso di crescita.

Mulini a vento

Università, verso il rinvio dei test di ammissione. Ma allarghiamo il numero chiuso!

di Ronin
| 08 Giugno 2013

Dopo le barricate contro l'ex ministro Gelmini, c'è aria di smobilitazione ideologica tra i gruppi studenteschi e il nuovo ministro Carrozza. Il tema è quello dei test di ammissione alle facoltà con "numero programmato". Il ministero dell'università infatti mercoledì prossimo dovrebbe approvare un decreto che stabilisce lo slittamento a settembre per la iscrizione ai test di ammissione per l'anno accademico 2013-2014. Ma la vera battaglia di (retro)guardia è l'abolizione del numero chiuso.

Sulla miseria della classe studentesca

Eurostrike, gli studenti romani al grido di "Saddam, Saddam!"

di Ronin
| 14 Novembre 2012

Raccontano le agenzie stampa che nel corso della manifestazione che si è tenuta oggi a Roma un gruppo di studenti che passava davanti alla Sinagoga di Roma si è messo a urlare e fischiare contro il luogo di culto al grido di "Saddam, Saddam".

l'Occidentale Puglia

Quel sottobosco di mitomani che prospera sulla paura della gente

di Michele Chicco
| 29 Maggio 2012

Un allarme bomba, per fortuna rivelatosi infondato, ieri ha scosso Bari e, in particolare, i suoi studenti universitari: l'incubo di Brindisi è riaffiorato subito in superficie. Finché la verità non verrà a galla, il terrore resterà una presenza costante, capace di esercitare la sua forza sui cittadini creando un effetto domino che, alla lunga, potrebbe risultare travolgente. Così come potrebbe essere violento l’impatto dell’emulazione.

l'Occidentale Puglia

Una settimana fa l'attentato: prosegue la caccia al colpevole, 4 mila giovani in piazza per Melissa

di Vita Suma
| 26 Maggio 2012

Ad una settimana dal terribile attentato che ha scosso Brindisi e che è costato la vita alla giovane studentessa Melissa Bassi, proseguono le indagini per individuare il responsabile. Diversi gli indizi e le piste al vaglio degli inquirenti, che hanno chiesto ai media di abbassare i riflettori per poter lavorare senza il rischio di compromissione delle indagini. Oggi pomeriggio, oltre 4 mila studenti di tutta Italia sono scesi in piazza a Brindisi, nonostante la pioggia, per Melissa e per gridare "Io non ho paura".

l'Occidentale Abruzzo

I talenti abruzzesi sono una risorsa fondamentale per la regione

di Valentina Faricelli
| 03 Agosto 2011

L’Abruzzo fissa un nuovo obiettivo in ambito sociale: maggiore sostegno alle eccellenze del territorio, aiuti per i giovani studenti che stanno costruendo il futuro della regione. È questa la rotta da seguire per l’assessore alle Politiche sociali Paolo Gatti. Con questo strumento la Regione si impegna a sostenere percorsi di Alta formazione degli studenti meritevoli attraverso l’erogazione di voucher finalizzati alla frequenza, in Italia e all’estero, di corsi di studio universitario, specializzazioni e master.

L'Occidentale Campania

Quei rigurgiti ideologici che non fanno onore a Napoli e ai giovani

di Margherita Movarelli
| 29 Aprile 2011

La cosiddetta era post-ideologica è cominciata da almeno un paio di decenni, eppure ciò che credevamo appartenesse a un passato ormai archiviato torna a manifestarsi, come è successo questa mattina all'università di Napoli, dove alcuni studenti di destra e di sinistra sono stati protagonisti di una feroce rissa. Anche il comitato elettorale di Gianni Lettieri in piazza Bovio è stato preso d'assalto, contribuendo a rendere quella di oggi una giornata all'insegna della violenza anziché del confronto.