ARTICOLI

Gender di Stato?

Il Governo del cambiamento (di sesso): se il gender lo passa la mutua...

di Gaetano Quagliariello
| 06 Marzo 2019

L'Agenzia del Farmaco (ente governativo) ha posto a carico del servizio sanitario nazionale la "triptorelina", che blocca la pubertà dei ragazzini con "disforia di genere". 

C'è chi può...

Norvegia, i cristiani al governo fanno sul serio: "Sui temi etici a noi l'ultima parola!"

di Veronica Mameli
| 28 Febbraio 2019

 Il Partito Popolare Cristiano (KrF), dopo essere entrato nella coalizione di governo del Premier Erna Solberg e aver raggiunto l'obiettivo della restrizione agli aborti gemellari (o embrioriduzioni) ha ottenuto che venisse inserito all'interno del contratto di governo il diritto di veto nell'ambito della genetica e biotecnologia.

Bussole

Lettera laica ai parlamentari di Area popolare su unioni civili e molto altro

di Maurizio Sacconi
| 03 Agosto 2015

Pubblichiamo la lettera aperta che Maurizio Sacconi, senatore Ap, ha inviato oggi a tutti i parlamentari di Area Popolare per spiegare le sue ragioni politiche in tema di unioni civili e in generale sulle questioni etiche e alimentare una riflessione collettiva nel partito - e non solo - su questi temi.

Bussole

I diritti dei bambini in Italia li difende il Nuovo Centrodestra

di Luca Nannipieri
| 11 Agosto 2014

Se ai partiti si chiede trasparenza e chiarezza, anche e soprattutto sui diritti dei più deboli, cioè dei bambini, non ci può essere pressappochismo o ambiguità. Su questi problemi così fondamentali Ncd, ad oggi, ha il bagaglio culturale più consapevole e la linea politica più chiara.

Biopolitica

Fine vita, per Napolitano serve confronto non scontro ideologico

di Elena de Giorgio
| 19 Marzo 2014

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dice che “il Parlamento non dovrebbe ignorare il problema delle scelte di fine vita” eludendo “un confronto di idee approfondito sulla materia”. E proprio nella direzione del dialogo alternativo allo scontro ideologico va la proposta di una "moratoria legislativa" avanzata dal presidente dei Senatori di Ncd, Maurizio Sacconi.

#Osiamo, le relazioni dei Focus Group di Pesaro/ 5

We Are Family: ripartiamo dai nostri valori

di Filippo Trafficanti
| 22 Gennaio 2014

La famiglia tradizionale, composta da un uomo e una donna, da un “padre” e da una “madre” è l’unica famiglia che abbiamo intenzione di riconoscere. Utilizzare demagogicamente il valore della “famiglia” per captare il consenso elettorale, come da sempre fa certa politica di sinistra, è una moda pericolosa che il nuovo centrodestra non vuole seguire.

#Osiamo, le relazioni dei Focus Group di Pesaro/ 5

We Are Family: ripartiamo dai nostri valori

di Gianmaria Lauro
| 22 Gennaio 2014

La famiglia tradizionale, composta da un uomo e una donna, da un “padre” e da una “madre” è l’unica famiglia che abbiamo intenzione di riconoscere. Utilizzare demagogicamente il valore della “famiglia” per captare il consenso elettorale, come da sempre fa certa politica di sinistra, è una moda pericolosa che il nuovo centrodestra non vuole seguire.

#Osiamo, le relazioni dei Focus Group di Pesaro/ 5

We Are Family: ripartiamo dai nostri valori

di Rosa Pignataro
| 22 Gennaio 2014

La famiglia tradizionale, composta da un uomo e una donna, da un “padre” e da una “madre” è l’unica famiglia che abbiamo intenzione di riconoscere. Utilizzare demagogicamente il valore della “famiglia” per captare il consenso elettorale, come da sempre fa certa politica di sinistra, è una moda pericolosa che il nuovo centrodestra non vuole seguire.

Bussole

Una risposta ad Ainis sui diritti e sulle questioni di buonsenso

di Eugenia Roccella
| 15 Gennaio 2014

La questione dei diritti è una questione di buonsenso, scrive Ainis sul Corriere. Ma il governo Letta è sostenuto da una maggioranza anomala, resa necessaria dalle urgenze sociali ed economiche prodotte dalla crisi. Non è il caso di inserire nei tempi limitati che si è dato anche obiettivi su cui le forze che lo compongono hanno posizioni difficilmente compatibili. La procreazione assistita, per esempio. Anche questa, mi pare, è una questione di buonsenso.

Non fidarsi dei sondaggi

Coppie gay. Roccella (Ncd): Guerra aspetti elezioni per fare campagna su questi temi

di Elena de Giorgio
| 09 Gennaio 2014

"Al viceministro Cecilia Guerra, che auspica il riconoscimento di coppie omosessuali e l'accesso all'adozione, suggerirei innanzitutto di non fidarsi di eventuali  sondaggi sui temi etici: come ha già ampiamente dimostrato per esempio il referendum sulla legge 40 - che non è andato come previsto dalle indagini - la gente in queste tematiche spesso risponde in linea con il politicamente corretto, ma vota in linea con la propria coscienza", lo dice Eugenia Roccella, parlamentare di Nuovo Centodestra.

Nel 2007 il segretario sosteneva il Family Day

Renzi sulle unioni civili, opportunismo o memoria corta

di Elena de Giorgio
| 04 Gennaio 2014

Matteo Renzi propone di inserire nel patto di coalizione 2013 "un capitolo sui diritti civili'' che regoli, tra le altre cose, le unioni civili tra persone dello stesso sesso. A rispondere al segretario del Pd è il vicepremier Angelino Alfano che in una intervista al Tg2 spiega: "Non si può pensare alle unioni civili senza pensare prima alle famiglie". Per il Nuovo Centrodestra parlano anche Maurizio Sacconi ed Eugenia Roccella.

Bussole

Meglio Traynham che Bondi

di Ronin
| 03 Dicembre 2013

Per capire quanto possano risultare fuorvianti definizioni come quella di "integralismo cattolico" a proposito delle battaglie sui temi etici, conviene tornare con la memoria a un dibattito televisivo che fece scalpore durante l’ultima campagna elettorale negli Usa. Quando capimmo cosa significa rifiutarsi di essere subalterni al relativismo etico della sinistra.

Bussole

Nella cultura della vita non c'è posto per il suicidio

di Carlo Bellieni
| 11 Settembre 2013

Quando qualcuno reclama il suicidio come un diritto, la lotta a questo male subisce una terribile frenata. E allora assistiamo al paradosso di chi censura che il suicidio è un male sociale e una vittoria della solitudine per far accettare la legalizzazione del suicidio assistito, come se il primo interesse dei malati fosse morire e non essere curati meglio anche nel fine-vita.

Tutte le News

Omofobia, Commissione approva ma Pd e Pdl sono divisi

di Pino Scanzi
| 23 Luglio 2013

La commissione Giustizia della Camera ha approvato il ddl sul reato di omofobia. Hanno votato a favore Pd, Pdl e Sel . "Una legge che contrasti l’omofobia non c’entra nulla con i temi etici, è urgente e non più rinviabile", così il ministro Franceschini aveva bocciato la "moratoria" sui temi etici avanzata da una pattuglia di autorevoli parlamentari del Pdl. Entro fine mese il testo dovrebbe arrivare in aula. I cattolici del Pdl però non ci stanno. La legge sull'omofobia è certamente un tema di discussione dei partiti e di confronto nella società civile ma potrebbe avere effetti troppo divisivi sulla maggioranza, come hanno detto ieri a più riprese Sacconi, Gelmini, Carfagna e altri parlamentari del partito.

Bussole

Pdl, temi etici. Lupi, Carfagna, Gelmini, Sacconi chiedono moratoria

di Elena de Giorgio
| 22 Luglio 2013

Lupi, Carfagna, Gelmini, Sacconi. Alla Summer School di "Costruiamo il futuro" i quattro parlamentari del Pdl chiedono una "moratoria" sui temi etici. Li giudicano "divisivi" e suggeriscono di utilizzare la legislatura per "un approfondimento sereno su di essi alla ricerca di soluzioni largamente condivise che consolidino la base etica unitaria del nostro popolo".

Bussole

Pdl, concentrarsi sull'agenda economica

di Roberto Cantona
| 21 Luglio 2013

Maurizio Lupi, Mara Carfagna, Mariastella Gelmini e Maurizio Sacconi. Un pezzo importante del Pdl chiede una "moratoria" sui temi etici. Giudicandoli troppo "divisivi", i parlamentari in questione chiedono di utilizzare la legislatura corrente per "un approfondimento sereno su di essi alla ricerca di soluzioni largamente condivise che consolidino la base etica unitaria del nostro popolo".

La Chiesa in movimento

Papa Francesco, la difesa della Vita è difesa del Creato

di Carlo Bellieni
| 16 Maggio 2013

"Vegliate su voi stessi e su tutto il Creato". Con questa frase, pronunciata il 14 maggio scorso,  Papa Francesco ha mirabilmente alzato il tiro e dato un nuovo significato alle parole che riguardano la difesa della vita. Recentemente, alcuni ecologisti americani sono rimasti colpiti dalle parole del Pontefice sul rispetto del Creato e mi hanno comunicato l’interesse per questo insolito (ma in realtà non proprio insolito nella Chiesa) parlare del Papa sul Creato come oggetto di tutela da parte del cristiano.

La direzione tracciata da D'Alema è la più realistica

Quagliariello: "Bersani faccia reset e ricominci da capo. Grillo provi a non vincere facile"

Intervista a Gaetano Quagliariello di Eugenio Fatigante
| 01 Marzo 2013

A Gaetano Quagliariello, esponente di punta del Pdl (confermato al Senato), chiediamo un consiglio da dare a Bersani: «Faccia reset e ricominci da capo». E a Grillo? «Provi a non vincere facile: non si limiti a sfruttare gli assist della sinistra, faccia un passo in più». (Tratto da Avvenire)

Dopo la sentenza della Corte di Strasburgo

La dittatura dei diritti è il nuovo totalitarismo

di Eugenio Capozzi
| 19 Febbraio 2013

Per quasi duecento anni, nel lessico del liberalismo con l‘espressione "diritti civili" si erano indicati il diritto di parola e di associazione, la libertà religiosa, la protezione degli individui contro la repressione poliziesca e giudiziaria, e simili. Dagli anni Settanta del secolo scorso, gradualmente il radicalismo emergente ha imposto l'applicazione di quella dizione alle pretese di liberalizzare divorzio, aborto, eutanasia e altre espressioni dell'autodeterminazione "assoluta". Fino al punto che oggi quasi automaticamente quando nel dibattito politico si parla di "diritti civili" ci si riferisce a questi temi.

Speciale Biopolitica/ 3

Roccella: "Abbiamo linee guida per i percorsi di cura, ora non siano eluse"

Intervista a Eugenia Roccella di Gianni Santamaria
| 09 Febbraio 2013

“Proviamo a vedere se è possibile aprire un dibattito non pressato da un’urgenza come quella del caso Englaro. Ad esempio sul consenso informato, che è un àmbito su cui credo si possa trovare condivisione, e sulla libertà di cura”. Temi alti che Eugenia Roccella declina nel giorno dedicato agli stati vegetativi e all’anniversario della morte di Eluana, tornando a ribellarsi all’idea che il dibattito resti piegato solo sul "fine vita", condizione nella quale queste persone non si trovano. (Tratto da Avvenire)